La Toxoplasmosi nel gatto ed il suo contagio nell’uomo

Quanto è pericoloso?

La toxoplasmosi è una malattia che nel gatto è di solito asintomatica (lieve diarrea transitoria). Solo nei gatti immunodepressi può dar luogo a sintomi neurologici o oculari gravi. Un metodo per evitare il contagio del vostro gatto e non dargli mai carne cruda o insaccati.

Questa malattia può essere trasmessa dal gatto all’uomo ed è particolarmente pericolosa per le donne in gravidanza perché questo microrganismo può causare l’aborto o gravi alterazioni al feto.

Ma cosa fare se c’è un gatto in casa e una donna incinta? Bastano pochi accorgimenti per evitare qualsiasi pericolo.

Il gatto infetto elimina le forme infettanti di Toxoplasma con le feci e solo per pochi giorni durante tutto il corso della sua vita; le forme infettanti necessitano di 24-48 ore prima di essere pericolose, quindi se la lettiera viene pulita tutti i giorni non si corrono pericoli.

Considerato quanto sopra, come precauzione aggiuntiva è comunque meglio che la donna incinta non pulisca la lettiera del gatto.

Più del gatto di casa sono pericolose verdura e frutta contaminate dalle feci di gatti randagi. Per questo occorre lavare bene frutta e verdura prima di margiarle; sono potenzialmente rischiose anche le carni crude e gli insaccati (soprattutto di maiale) che possono contenere le cisti del parassita.

IL GATTO, SOPRATTUTTO SE E’ BEN CURATO, NON E’ UNA FONTE DI CONTAGIO!

In ogni caso, ci si può rivolgere al veterinario per verificare se il gatto è infetto e se è nella fase acuta dell’infezione e può quindi rappresentare un reale rischio per la salute dell’uomo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top